Veeblefetzer
Musica

I Veeblefetzer sono una band unica e spontanea, fascinosa e focosa come sanno esserlo i poeti e gli artisti di strada: una formazione che sfugge alle normali classificazioni di genere. Il loro live è un rollercoaster che spazia senza difficoltà tra gitanie e tropicalismi, passando per psichedelie dub e hip hop. È un live che arriva dritto al cuore, passando per le gambe. Come nelle migliori tradizioni sudamericane o balcaniche, si cantano e ballano contemporaneamente gioie e tristezze della vita.

Si formano nel 2012 e nel 2015 pubblicano “No Magic No Bullet”. Nel 2018 partecipano alla compilation Istituto Italiano di Cumbia Vol.2 curata da Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti ed uscita per La Tempesta Sur. Nel 2019 arriva l’album “More” su etichetta Goodfellas, che contiene alcuni brani della colonna sonora de “La profezia dell’Armadillo”, il film tratto dal best seller di Zerocalcare. Negli anni, Fiorello li ha ospitati nella sua Edicola Fiore, Vincenzo Mollica li ha annoverati nella rubrica ‘Do Re Ciak Gulp’ di Rai Uno e Caterpillar di Radio2 li ha voluti durante il Caterraduno di Sinigallia. Hanno collaborato con Roy Paci e condiviso il palco con i Gogol Bordello.

Sulle spalle hanno una montagna di chilometri in furgone tra Italia, Germania, Austria, Svizzera, Rep. Ceca, Slovacchia e Regno Unito, che li ha trasformati in animali da palco come poche band italiane.